Assocaseari, il punto settimanale sul mercato: latte spot a 20 centesimi. Quotazioni stabili per il burro, in calo il grana padano

Cremona – Emanuela Denti e Lorenzo Petrilli di Assocaseari fanno il punto sulle dinamiche che hanno caratterizzato il mercato lattiero caseario nel corso dell’ultima settimana settimana, con quotazioni del latte spot a 20 centesimi di euro reso Nord Italia. Per i formaggi, in ripresa i prezzi del parmigiano reggiano, in calo pecorino romano grana padano. Di seguito il commento integrale:

• La raccolta di latte in Europa continua a restare sopra la media. Prezzi del latte spot scesi a 20 centesimi reso Nord Italia. Quotazioni della crema in ribasso intorno a 1.150 euro/tons reso nord Italia.
• Per quanto riguarda il burro, sempre invariati i bollettini tedesco e francese, e nuovamente leggero rialzo per il bollettino olandese che va a  2.370 euro/tons. Questa settimana, stoccate solo 2.409 tons, che è il dato più basso dall’inizio dell’anno; in totale sono state stoccate 41.664 tons. Le quotazione di mercato sono stabili ma sono molti gli operatori esteri che prevedono rialzi, sia per quelli che saranno i consumi di crema, grazie al periodo degli asparagi prima e delle fragole poi, sia a causa dei futures che danno in forte rialzo le quotazioni del burro e del latte in polvere. Non va dimenticato, inoltre, che oggi l’Europa ha i prezzi più competitivi del mercato e sono quindi probabili contratti in export, aiutati anche in parte dalla ripresa delle quotazioni del petrolio.
• Anche per il latte in polvere le quotazioni sono stabili a livelli molto bassi. Nella settimana, stoccate all’intervento 13.784 tons (dato più alto dall’inizio dell’anno) e nella settimana 21/23 marzo ben 6.362 tons malgrado i giorni di consegna fossero solo tre. Dall’inizio dell’anno stoccate 93.540 tons. Se la Comunità non si affretta a pubblicare il regolamento che raddoppierebbe a 218mila tons il quantitativo ammesso all’intervento, si corre il rischio di vedere cominciare il meccanismo di aste con offerte al ribasso.
• Per quanto riguarda i formaggi, nell’ultima settimana sono state stoccate solo 303 tons dai Paesi Bassi. In totale, dal 15 febbraio ad oggi, sono state ammassate 18.815 tons di formaggio, delle quali 11.743 dall’Italia, 2.126 dalla Svezia, 2mila dall’Irlanda e 1.751 dal Regno Unito; sommando i quantitativi offerti nel 2015, si raggiungono in totale 50.692 tons, delle quali 23.758 dell’Italia, 8.143 dell’Olanda, 5.605 del Regno Unito e 3.835 dell’Irlanda. Quotazioni del parmigiano reggiano in rialzo nella Borsa merci di Modena. In diminuzione i prezzi del grana padano presso Milano e Cremona, e del pecorino romano a Milano.


ARTICOLI CORRELATI