Cresce del 5% il commercio mondiale di vino

Milano – Nel 2013, il commercio mondiale di vino si attesterà attorno a 35 miliardi di dollari, in crescita del 5% sul 2012. Lo rivelano le stime elaborate dal Corriere Vinicolo e basate sull’andamento dei principali Paesi importatori ed esportatori nel primo semestre. Tutti e tre i principali segmenti del mercato sono previsti in crescita: il tasso più alto rimane appannaggio del vino sfuso (+10%), ma crescono anche i vini confezionati, a 24,9 miliardi di dollari (+5%), e gli spumanti, il cui saldo finale dovrebbe oscillare attorno a +3-4%, a 5,8 miliardi. “Sono molto soddisfatto di questa situazione che si avvia a essere positiva per il nostro settore, nonostante la difficile congiuntura economica”, commenta Domenico Zonin (foto), presidente di Unione italiana vini. “Quest’anno – continua Zonin – con i primi timidi segni di ripresa economica in Europa e un raccolto abbondante un po’ in tutto il mondo, potrebbe fornire una stimolante preview del nuovo scenario”.