Francia: Carrefour taglia oltre 2mila posti di lavoro, potenzia e-commerce e prossimità

Parigi (Francia) – Un piano di ristrutturazione che fa clamore. E’ quello che Carrefour ha annunciato in Francia e che contempla il taglio di 2.400 posti di lavoro (su 10.500 totali) attraverso esodi volontari. Nel caso l’insegna non trovasse un acquirente per la catena di discount Dia, acquisita dal gruppo, saranno inoltre chiusi i relativi magazzini (273). In questo modo, e con risparmi sulla logistica e sui costi di struttura, si vuole ridurre i costi di 2 miliardi di euro a regime entro il 2020. Dall’altro lato, invece, un investimento di 2,8 miliardi in cinque anni per un piano di rilancio che punta su tre elementi. Il potenziamento delle vendite online dell’alimentare (in partnership con il gigante cinese Tencent), che secondo le stime dovrebbero generare 5 miliardi entro il 2022. Lo sviluppo dei prodotti biologici, che porterebbero altri 5 miliardi di ricavi. Il ritorno ai negozi di prossimità (ne verranno aperti almeno 2mila).