Igt Toscana: nasce il consorzio di tutela, lo guiderà Cesare Cecchi

Firenze – L’assemblea dei produttori del vino Igt Toscana ha deciso lo scorso 10 giugno di trasformare l’Ente Tutela Vini di Toscana nel Consorzio Vino Toscana. Per il triennio 2019-2021, nominato alla presidenza Cesare Cecchi, titolare dell’azienda Cecchi di Castellina in Chianti, mentre la direzione è stata affidata a Stefano Campatelli, attuale direttore del Consorzio del Vino Vernaccia di San Gimignano. “C’è la reale necessità di gestire e tutelare il vino Toscana, riferimento geografico di grande importanza nel panorama della produzione vitivinicola nazionale e internazionale”, ha spiegato Cesare Cecchi dopo la nomina. “Con questo ulteriore deciso passo abbiamo inteso creare un organismo in grado di accogliere tutte le realtà grandi e piccole, singole e aggregate, che operano nella filiera produttiva del vino Toscana Igt. Auspichiamo che tutti i produttori operanti nel settore vitivinicolo della Toscana possano riconoscersi in questo Consorzio per sviluppare insieme tutte quelle azioni finalizzate ad ottenere le migliori soddisfazioni dal loro lavoro”. La Igt Toscana conta oggi 12.400 ettari di vigneto e una produzione annua, da parte di 1.770 imbottigliatori, di 642mila ettolitri, equivalenti a 76 milioni di bottiglie prodotte ogni anno e un valore di circa 380 milioni di euro.

In foto, Cesare Cecchi, presidente del Consorzio Vino Toscana.


ARTICOLI CORRELATI