Prosecco Doc: via libera anche dal Consiglio di Stato al nuovo Disciplinare

Treviso – “Con grande soddisfazione apprendo che il Consiglio di Stato ha confermato l’assoluta correttezza della condotta degli organi sociali del Consorzio e la legittimità del nuovo Disciplinare, redatto sulla base di istanze provenienti dalla base associativa e approvato a larghissima maggioranza dall’assemblea dei soci”. Con queste parole il presidente del Consorzio Prosecco Doc, Stefano Zanette, commenta la recente ordinanza del 18 settembre 2017 con la quale il Consiglio di Stato ha confermato la piena legittimità del nuovo disciplinare della Denominazione, approvato con Decreto del 7 dicembre 2016 dal Mipaaf. La vertenza era nata dal ricorso di un singolo produttore che lamentava, in particolare, la mancata introduzione, nello stesso disciplinare, dell’imbottigliamento con tappo a clip accanto alle altre metodologie consentite (tappo di sughero e tappo corona). “Il Consorzio si pone come obiettivi primari la tutela e lo sviluppo del prestigio del Prosecco Doc nel mondo”, evidenzia Zanette. “Ritengo che il nuovo Disciplinare costituisca un passo importante per il perseguimento di questi obiettivi”.