Scordamaglia: “L’alimentare italiano può essere un modello per l’Africa”

Roma – L’industria alimentare italiana guarda con crescente interesse allo sviluppo del continente africano. Ne è un’ulteriore prova la partecipazione di Federalimentare alla Conferenza Italia-Africa, in scena ieri a Roma. A margine dell’incontro il presidente della Federazione, Luigi Scordamaglia (nella foto) ha spiegato come il modello agroalimentare italiano può essere importante per lo sviluppo dell’economia africana: “L’Africa è una fondamentale risorsa per il mondo intero e nei prossimi anni sarà l’attore principale nella sfida della food security. A livello mondiale è in corso una rivoluzione verde che ha bisogno di strumenti tra di loro perfettamente complementari e sinergici: terra fertile e risorse umane, di cui l’Africa è ricchissima, insieme a tecnologia, know how e innovazione sostenibile, come quella che solo la filiera italiana può offrire per raggiungere l”obiettivo prioritario di produrre di più ma riducendo al minimo l”impatto ambientale”.