Assocaseari, il punto settimanale sul mercato: ancora in rosso la produzione di latte in Europa, ma ci sono cenni di ripresa

2021-11-29T09:03:36+02:0029 Novembre 2021 - 09:03|Categorie: Formaggi, in evidenza|Tag: , , , , , , |

Cremona – L’analisi degli andamenti della scorsa settimana, a cura di Assocaseari, rivela che la produzione di latte, pur ancora in rosso, mostra segni di ripresa, oltre a un buon contenuto di proteine e grassi. E’ scarsa la disponibilità di burro di centrifuga fresco e di crema di latte. Di seguito il commento integrale, firmato da Emanuela Denti:

Latte: in Europa prezzi stabili sui livelli di due settimane fa con l’intero a 0,52/0,53 €/kg e il magro scambiato a 0,29/0,30 €/kg franco partenza. In Italia contrattazioni intorno a 0,48-0,49 €/kg partenza; raccolta di latte in leggera ripresa con titoli proteici e di grasso buoni.

Crema di latte Ue: quotazioni di inizio settimana in leggero calo, in recupero verso la fine, sui valori della scorsa settimana. Poca merce disponibile. Crema di latte italiana stabile intorno al valore dei bollettini, 2,84 €/kg, reso nord Italia.

– Questa settimana Kempten diminuisce il burro di centrifuga di € 0,10/kg sia sul prezzo minimo, oggi 5,15 €/kg, che sul massimo, pari a 5,35 €/kg, media tedesca 5,25 €/kg. Restano invariate l’Olanda, 5,44 €/kg, e la Francia, 5,87 €/kg. La media a tre di questa settimana è 5,520 €/kg, quella a due 5,345 €/kg. Rimane invariata anche la quotazione del burro di centrifuga a Milano pari a 5,33 €/kg. Tutte quotazioni che, è evidente, considerano, nella media, sia il burro di centrifuga fresco (con pochissima disponibilità), che quello congelato.

– Mercati ancora in tensione per il latte in polvere, i cui bollettini registrano aumenti, sia per lo scremato che per l’intero, nei tre principali Paesi che teniamo in considerazione.

– Anche questa settimana aumentano le quotazioni del siero, tranne in Francia per quello per uso zootecnico che resta invariato.

– Bollettini nazionali dei formaggi in leggera salita. Aumentano le quotazioni del Parmigiano Reggiano 12 mesi a Reggio Emilia, Modena, Mantova e Parma, il Grana Padano Dop meno stagionato nelle principali Borse Merci del Nord Italia, e i formaggi ‘semiduri’ a Verona. Le quotazioni medie europee, che restano ancora lontane dai prezzi di mercato reali sempre stabilmente sopra i 4,00 €/kg, sono aumentate per il Gouda a 3,59 €/kg e l’Edamer a 3,65 €/kg, stabili per il Cheddar a 3,30 €/kg e calate per l’Emmentaler a 4,95 €/kg.

NB: I prezzi pubblicati devono essere considerati solo indicativi di una tendenza di mercato, in quanto miscellanea non solo di prezzi effettivi di vendita, ma anche di prezzi di offerte e/o richieste rilevate sul mercato.

Torna in cima