ESTERI
In Brasile l’offerta di latte e polveri non copre la domanda

2021-01-28T14:37:02+02:0027 Gennaio 2021 - 10:58|Categorie: Formaggi|Tag: , , , , , , |

Mantova – Crescono le consegne di latte in Sud America. Secondo le recenti rilevazioni di Clal.it, Argentina, Cile e Uruguay registrano variazioni positive rispetto all’anno precedente (periodo gennaio-settembre): intorno al +6%. Anche in Brasile crescono, ma a ritmo meno sostenuto: +1,2% rispetto allo stesso periodo (gennaio-settembre) nel 2019. I volumi di latte nell’industria lattiero casearia brasiliana, però, non sono sufficienti a soddisfare i bisogni delle aziende trasformatrici. Con la pandemia, infatti, latte fresco e Uht rimangono le destinazioni prioritarie in Brasile. Mentre si sta rafforzando il mercato della materia grassa grazie all’aumento della domanda da parte delle imprese produttrici di gelato, dolci freddi e semifreddi. Aumenta così notevolmente l’import di polveri di latte e formaggi. Contestualmente anche i prezzi di Smp e Wmp sono saliti, in quanto l’offerta non è in grado di coprire interamente la domanda.

Torna in cima