Assocaseari, il punto settimanale sul mercato: quotazioni stabili per crema, latte e burro

Cremona – L’analisi condotta da Assocaseari sugli andamenti che hanno caratterizzato il settore lattiero caseario, la scorsa settimana, mostra un quadro stabile. Quasi invariate le quotazioni per crema, latte, e burro, che raggiunge un prezzo medio, fra Germania, Francia e Olanda, di 6,18 euro/Kg, contro i 6,10 euro/Kg della scorsa settimana. Ancora in calo il latte in polvere e il siero. Crescono, in Italia, le quotazioni del parmigiano reggiano, del grana padano e del gorgonzola. Di seguito il commento integrale:

– Incredibilmente sembrerebbe una settimana quasi calma. Crema sempre confermata a 3,00 euro/Kg ma vi sono anche offerte addirittura a 2,96 euro/Kg, latte crudo a 0,44 euro/Kg e scremato a 0,19-0,20 euro/Kg. All’estero sembra esserci un po’ meno domanda, in Italia invece un po’ meno offerta.

– Per quanto riguarda il burro, Kempten ci dà finalmente una settimana di riflessione con prezzi invariati a 6,10 e 6,30 euro/Kg. L’Olanda si sta avvicinando ai bollettini tedeschi e sale di 0,04 euro, portandosi a 6,14 euro/Kg; la Francia invece ci stupisce aumentando di 0,20 centesimi ma alla fine si porta alla media tedesca. La media di questi tre Paesi questa settimana è di 6,18 euro/Kg. Si ha come la sensazione che l’andamento del burro sarà, da oggi, un po’ meno legato a quello della crema in quanto non vi sono stoccaggi di burro e gran parte dell’industria dolciaria europea non è sufficientemente coperta da settembre in poi. La situazione del mercato è molto differente da paese a paese, con offerte di burro polacco a 6,00-6,05 euro/Kg reso e invece richieste dalle latterie tedesche intorno ai 6,40 euro/Kg partenza, con addirittura qualche produttore che dice che avrà disponibilità solo dall’anno prossimo.

– Bollettini del latte in polvere in ribasso in tutta Europa; in ribasso anche le quotazioni del latte intero in polvere. Sicuramente la decisione presa dalla Commissione di usare la merce all’intervento per le aste per gli indigenti ha indebolito la spinta rialzista di qualche produttore.

– Bollettini del siero in polvere anche questa settimana in ribasso in Germania e in Olanda e stabili in Francia. A causa della troppa offerta, o forse invece per il ribasso dei bollettini del latte?

– Quotazioni medie europee dei bollettini dei formaggi in aumento, con cheddar a 3,52 euro/Kg, gouda a 3,22 euro/Kg, edamer a 3,28 euro/Kg ed emmentaler a 4,08 euro/Kg.
In Italia, quotazioni in aumento per il parmigiano reggiano alle Borse Merci di Milano, Modena e Reggio Emilia, per il grana padano a Milano e per il gorgonzola a Novara.

 

settimana