Cinghiali: l’Italia pensa a un piano straordinario

Roma – Tra le misure previste da un piano straordinario per l’emergenza cinghiali, ci sarebbe l’abbattimento programmato e selettivo. Diventati un pericolo per la sicurezza e per gli allevamenti, a causa del contagio della peste suina, i cinghiali sono da tempo tra le maggiori preoccupazioni delle istituzioni italiane, sia locali sia nazionali. Anche per ragioni economiche: le domande di indennizzi per i danni da fauna selvatica, non solo dei cinghiali, superano ogni anno i 2 milioni di euro in Toscana ed Emilia-Romagna e 1 milione nelle Marche e in Umbria. Da tempo anche Bruxelles è al lavoro per tenere sotto controllo la popolazione di cinghiali: in dicembre, infatti, ha annunciato un piano con misure straordinarie per gestire l’emergenza.


ARTICOLI CORRELATI