ESTERI
Sì alla fusione tra InBev e SabMiller. Nasce il gigante mondiale della birra

Bruxelles/Londra – Dopo settimane di trattative, i due più grandi produttori di birra al mondo, la società Belga AB InBev e la britannica SabMiller, hanno finalmente raggiunto un accordo che decreta la quarta fusione più grande della storia dell’economia. SabMiller ha infatti accettato l’offerta di 44 sterline (59,37 euro) per azione presentata da AB InBev, per un affare da 90 miliardi di euro. Se l’accordo si concluderà in questi termini – e se l’Antitrust di mezzo mondo darà il suo benestare – la nuova società controllerà circa il 30% del mercato mondiale della birra. Ovvero la produzione e la vendita di una birra su tre.