Lattiero caseario, export in crescita del 13,5% nei primi cinque mesi del 2017

Sermide (Mn) – Nei primi cinque mesi del 2017, secondo i dati elaborati da Clal.it, l’export italiano di prodotti lattiero caseari è cresciuto del 13,5% a volume e del 12,8% a valore, nel confronto con lo stesso periodo del 2016. Il mese di maggio 2017, in particolare, è stato positivo per l’export di formaggi italiani, se confrontato con maggio 2016, con aumenti consistenti per pecorino e fiore sardo (+26.8%), provolone (+16.4%), formaggi grattugiati o in polvere (+10.8%), formaggi freschi fra cui mozzarella e ricotta (+10.8%), asiago, montasio, ragusano, caciocavallo (+7.3%). Solo l’export di gorgonzola sta rallentando (in termini di quantità ma non di valore) con minori acquisti dalla Germania, Paese che nel 2016 aveva notevolmente aumentato le importazioni del formaggio erborinato (+42,4%). Bene anche le esportazioni di mozzarella, ricotta e altri formaggi freschi, che hanno raggiunto a maggio le 13.468 tonnellate (1.311 tonnellate in più rispetto a maggio 2016), con sempre maggiore gradimento nei paesi europei. Continua a crescere l’export di panna sfusa, diretta soprattutto in Corea del Sud, con un aumento, a maggio, del 68,3% rispetto allo stesso mese del 2016, che già segnava un +524,5%.