Il Gruppo Auricchio festeggia 140 anni

Pieve San Giacomo (Cr) – Auricchio festeggia, nel 2017, 140 anni di storia. Nato nel 1877 a San Giuseppe Vesuviano (Na) grazie all’intraprendenza di Gennaro Auricchio, il Gruppo, a capo dello storico brand cremonese, è guidato oggi dai fratelli Antonio, Gian Domenico e Alberto. Può contare su otto unità produttive in Italia e due filiali commerciali estere, negli Usa e in Spagna, e gestisce alcuni tra i più importanti brand caseari italiani, conosciuti a livello internazionale: Auricchio, Riserva esclusiva Auricchio, Locatelli (per il mercato Usa), Gloria, Ceccardi, Giovanni Colombo, Sole della Franciacorta, La Pecorella. Nel 2016 il fatturato complessivo ha superato i 200 milioni di euro, con una percentuale di crescita del 2% in Italia, dove il Gruppo mantiene una quota di mercato del provolone pari al 50%. Bene anche le esportazioni, aumentate dell’8% e che, complessivamente, superano il 35% del fatturato. I formaggi Auricchio sono presenti in 50 paesi, tra i quali Nord e Sud America, Australia, Europa, Emirati Arabi ed Estremo Oriente. Ampio il portafoglio prodotti. Oltre al “re” provolone, Auricchio propone da 140 anni una vasta gamma di formaggi, realizzati con cura artigianale e l’ausilio dei più attuali e tecnologici processi produttivi: dalla mozzarella al parmigiano reggiano Dop, dal taleggio, al quartirolo lombardo, dal gorgonzola alla ricotta, dal pecorino romano Dop a quello al tartufo. Tra le operazioni più recenti, infine, l’acquisizione della società americana The Ambriola Company, uno dei più grandi importatori e distributori di formaggi italiani e di prosciutto di Parma negli Usa, dal 1921.


ARTICOLI CORRELATI