Russia: l’import di vini in crescita (+35% nel primo semestre 2017)

Mosca (Federazione Russa) – Nella prima metà del 2017 il volume delle forniture dei vini fermi in Russia è aumentato del 35% (rispetto allo stesso periodo del 2016) e ha raggiunto più di 100 milioni di litri. Lo segnala una nota dell’agenzia Ice di Mosca, che sottolinea come, a giugno, le importazioni dei vini fermi in formato fino a 2 litri siano aumentate del 43%. Il maggiore contributo all’incremento dell’import arriva da Italia, Spagna, Georgia e Francia. Con la nota che riporta anche come gli importatori avessero previsto un indebolimento del rublo ad agosto e, nei primi sei mesi del 2017, abbiano acquistato i prodotti a un cambio proficuo facendo magazzino per l’alta stagione. Alla dinamica di crescita dei vini importati, che stanno recuperando quanto perduto negli anni 2014 e 2015, ritornando lentamente ai valori pre-crisi, fa da contraltare la diminuzione della richiesta di vino di produzione russa.