Ismea: export lattiero caseario in crescita del 4,8% nel 2014

Roma – L’export caseario nazionale, secondo i dati diffusi da Ismea, ha chiuso il 2014 con ottimi risultati: valore record, che si attesta a quota 2,2 miliardi di euro e volumi che superano le 331mila tonnellate di prodotti spedite oltre i confini nazionali. Rispetto al 2013, sulla base delle elaborazioni Ismea di dati Istat, si è registrata una progressione del 3,3% a volume e del 4,8% a valore, nonostante le ricadute della crisi in Ucraina abbiano quasi dimezzato le spedizioni verso Mosca e un euro ancora forte non abbia favorito gli acquisti dagli Usa, calati del 5,7%, a volume, rispetto al 2013. Buone performance, segnala Ismea, nei mercati dell’est Europa, in particolare Polonia (+18%), Repubblica Ceca (+9%) e Romania (22%), destinazioni che hanno visto crescere l’export italiano a volume. Performance interessanti, anche se i volumi appaiono ancora contenuti in termini assoluti, in Cina (+41%), Corea (+26%) e negli Emirati Arabi Uniti (+28%). Quanto ai principali paesi clienti, si è registrata una dinamica positiva in Francia (4,3%), Germania (+6,5%) e Regno Unito (+1,9%). Entrando nel dettaglio dei prodotti, buon andamento per i formaggi freschi (+3,1% a volume), i grana a denominazione (+3,4%), il provolone (+7,2%), il gorgonzola (+2,7%) e i formaggi grattugiati (+9,7% in volume).

 


ARTICOLI CORRELATI