Assocaseari, il punto settimanale sul mercato: situazione di grande incertezza in tutta Europa

2022-08-11T14:17:38+02:0016 Agosto 2022 - 08:30|Categorie: Formaggi, in evidenza|Tag: , , , , , , , , |

Cremona – L’analisi degli andamenti della scorsa settimana, a cura di Assocaseari, rivela che persiste in Europa una situazione di grande incertezza sull’evoluzione del mercato dairy, a causa del periodo di ferie estive e delle temperature torride in gran parte del continente. Stabili o in crescita i bollettini di burro e formaggi, scendono le polveri. Di seguito il commento integrale, firmato da Emanuela Denti:

– Sul mercato europeo, latte crudo e scremato stabili, trattati rispettivamente a 0,58-0,59 €/kg e 0,29 €/kg partenza, poca domanda e offerta quasi inesistente. Sul mercato nazionale, buona domanda di latte crudo trattato a 0,65-0,66 €/kg. La raccolta fluttua in base alle temperature e la scorsa settimana è leggermente calante dopo l’afoso weekend, titoli bassi stabili.

– Sul mercato Ue, crema di latte tedesca ancora stabile a 3,50 €/kg franco arrivo, domanda scarsa e offerta quasi nulla. Sul mercato italiano, panna nazionale di qualità trattata a bollettino, domanda buona.

– Bollettini ufficiali del burro in aumento a Kempten, dove il minimo sale di € 0,10 portandosi a 6,90 €/kg e il massimo di € 0,05, oggi 6,95 €/kg, media tedesca 6,925 €/kg. Al contrario, la Francia scende di € 0,08 e si porta a 7,57 €/kg, e l’Olanda perde € 0,03 andando a 7,03 €/kg. La media a tre di questa settimana è 7,175 €/kg e quella a due 6,978 €/kg. La quotazione del burro di centrifuga a Milano resta invariata a 6,90 €/kg.

– Un po’ di confusione nei bollettini del latte in polvere che seguono strade diverse nei tre Paesi che teniamo in considerazione: l’intero cala in Germania, resta invariato in Francia e aumenta in Olanda; lo scremato cala in Olanda e Germania ma aumenta in Francia.

– I bollettini del siero questa settimana diminuiscono in Francia e restano invariati in Germania e Olanda.

– Le quotazioni nazionali dei formaggi sono rimaste invariate in tutte le Borse Merci che teniamo in considerazione. Prezzi nel mercato Europeo stabili, con tendenza all’aumento.

NB: I prezzi pubblicati devono essere considerati solo indicativi di una tendenza di mercato, in quanto miscellanea non solo di prezzi effettivi di vendita, ma anche di prezzi di offerte e/o richieste rilevate sul mercato.

Torna in cima