Coldiretti, quasi un italiano su dieci non mangia più carne

Torino – Quasi un italiano su dieci ha detto completamente addio alla carne, e nel 2015 gli acquisti sono crollati del 9% per quella di maiale, del 6% per quella bovina e dell’1% per quella di pollo e per i salumi, toccando i minimi storici dall’inizio del secolo. È quanto emerge dal dossier #bracioleallariscossa presentato dalla Coldiretti, oggi, a Torino, nell’ambito della Giornata nazionale della carne con i vertici dell’organizzazione e gli operatori dell’industria, del commercio, della ristorazione, del turismo e del mondo scientifico. “Proprio nel 2015”, spiega Coldiretti, “la carne perde per la prima volta il primato e diventa la seconda voce del budget alimentare degli italiani dopo l’ortofrutta, con una spesa scesa a 97 euro al mese e a un’incidenza del 22% sul totale”.