Latte Uht biologico: vendite a +32,8% nel 2018

Milano – Positivo, almeno per alcuni prodotti del lattiero caseario, il trend delle vendite del bio nel 2018. In particolare, il latte e lo yogurt, secondo un’analisi fornita da Assolatte, ottengono performance di crescita migliori di quelle del mercato biologico nel suo complesso, che secondo i dati Nielsen ha chiuso con un incremento dell’8%. Secondo le elaborazioni di Nomisma-Assobio riferite all’anno terminante a novembre 2018, le vendite di latte Uht biologico sono cresciute del 32,8% rispetto ai 12 mesi precedenti, quelle di yogurt intero biologico del 12,0% e quelle di latte fresco bio del 9,5%. Grazie all’aumento delle vendite messo a segno nell’ultimo anno, seppur con volumi contenuti rispetto al mercato tradizionale, i prodotti lattiero caseari bio consolidano il loro ruolo sul mercato italiano green: il latte fresco e lo yogurt intero occupano, rispettivamente, il quinto e l’ottavo posto nel rank delle categorie più alto vendenti nel bio. E rappresentano anche gli unici prodotti di origine animale presenti nella “top ten” delle categorie più significative del biologico italiano, dopo le uova. Dall’analisi dell’andamento degli acquisti di alimenti biologici realizzati in Italia, aggiunge Assolatte, emerge un altro fenomeno che conferma il rinnovato feeling tra gli italiani e il latte bio: l’aumento delle vendite di latte fresco (+9,5%) e di latte Uht (+32,8%) si accompagna a una diminuzione dell’8,7% delle vendite di bevande sostitutive del latte Uht, unico segmento tra le 10 categorie top del biologico a registrare un andamento negativo insieme alle paste speciali (integrale, farro, kamut), che arretrano del 2,9%.


ARTICOLI CORRELATI