Prezzi suini 2014: valori stabili per l’Italia

Roma – Nel 2014 i prezzi delle carcasse suine di Classe R in Italia non si discosteranno di molto da quelli del 2013: è previsto un -0,4% per il primo trimestre e un +1,0% per il secondo. Lo rende noto l’osservatorio Anas, divulgando i dati della direzione generale Agricoltura dell’Ue sulle previsioni dei prezzi delle carcasse suine per i primi due trimestri del prossimo anno. Per quanto riguarda le carcasse di Classe E nei principali Paesi europei, in Germania i prezzi scenderanno del 2,8% a inizio anno, per poi salire leggermente nel secondo trimestre (+1%). In Spagna e Danimarca la tendenza è a un leggero rialzo, soprattutto nel secondo trimestre 2014, in cui i prezzi registreranno un aumento del 2,1 % in Spagna e del 5,1% in Danimarca. Più consistente l’aumento del prezzo in Francia (+4,8% nel primo trimestre, +7,6% nel secondo), e soprattutto in Belgio, Paese in cui i valori previsti sono un +10,7% a inizio 2014 e un +12,5% nel secondo trimestre. Sostanzialmente stabili, in leggero aumento, i prezzi dei suini in Polonia: +0,7% nel primo trimestre, +1,0% nel secondo.