Gelato confezionato: crescita tendenziale del 4,4% in sei mesi

Roma – I consumi di gelato confezionato, su stecco e in vaschetta, hanno registrato una crescita del 4,4% da gennaio a giugno 2017, rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Vendute 1.686.000 porzioni. Sono i dati che arrivano dall’Istituto del Gelato Italiano (Igi), associazione che riunisce le più importanti industrie gelatiere italiane. A influenzare positivamente il carrello dei consumatori, sicuramente, il meteo favorevole e le alte temperature, ma la crescita si spiega anche da scelte ben precise. Mario Piccialuti, responsabile dell’Istituto del Gelato Italiano, ha spiegato: “Il gelato si dimostra uno di quei pochi alimenti che piace davvero a tutti, anche perché estremamente nutriente e digeribile. Secondo un’indagine svolta per noi da Eurisko, piace addirittura al 95% dei nostri connazionali e se, un tempo, il suo consumo era strettamente legato all’estate e all’aria aperta, oggi gli italiani amano consumarlo anche fuori stagione e, soprattutto, in casa”, specifica. “Abbiamo riscontrato, infatti, un cambiamento importante nelle abitudini di consumo di questo prodotto: dai dati in nostro possesso si evince, ad esempio, un vero e proprio boom delle confezioni multipack, tipo confezioni-famiglia, in aumento del +12,5% rispetto allo scorso anno”.