Scordamaglia (Assocarne): “Basta ipocrisia e disinformazione”

Roma – Comunicato stampa al veleno per Luigi Scordamaglia (nella foto), vicepresidente di Assocarni e Federalimentare. “Incredibile la crescente disinformazione a cui quotidianamente assistiamo in tema di produzione agricola soprattutto in Europa e nel nostro Paese”. Primo bersaglio di Scordamaglia, l’Ocse (Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico), bollata di aver accusato l’Europa di una riforma della politica agricola orientata a proteggere le aziende a maggior reddito. “Come se questa fosse una colpa!” ha aggiunto. Scordamaglia ha infierito anche contro chi fa cattiva pubblicità ai prodotti animali, “come l’anziano famoso scienziato che dopo aver dogmatizzato su quelli che saranno le future tendenze sessuali alternative della popolazione mondiale e su quanto innocua sia la radioattività e la manipolazione genetica, parla ora di una congiura mondiale di multinazionali farmaceutiche ed alimentari che contrastano il vegetarianesimo di cui dopo anni di bistecche si è fatto testimonial”.