ESTERI
Brasile: calano del 3,1% i consumi di pasta nei primi sei mesi del 2017

Brasilia (Brasile) – Calano i consumi di pasta in Brasile. Secondo uno studio sulle preferenze alimentari condotto da Nielsen, in collaborazione con l’Abimapi (Associazione brasiliana dell’industria dolciaria e della pasta), nel periodo giugno 2016 – giugno 2017 si registra, tra i brasiliani, un crollo del consumo di pasta del 3,1% in volume e del 3,3% in valore, con una conseguente riduzione di circa il 3% del fatturato previsto per il 2017. Il Brasile è il terzo paese produttore di pasta nel mondo, dopo Italia e Stati Uniti, mentre scende al 14esimo posto se si considera il consumo pro capite (circa sei Kg all’anno). Quanto alle tipologie, il 96% delle famiglie predilige gli spaghetti, che raggiungono l’81% dei consumi.