Ue: entro il 2020, il 6,7% di tutti i seminativi sarà bio

Sofia (Bulgaria) – Tra il 2010 e il 2016 i terreni destinati alle colture biologiche in ambito Ue sono stati complessivamente ​​12 milioni di ettari. Entro il 2020 è previsto che il 6,7% di tutti i seminativi diventi bio. È la Bulgaria, in particolare, ad aver registrato negli ultimi anni il più alto incremento dell’Unione Europea nel numero di terreni destinati all’agricoltura biologica. Tra il 2010 e il 2016 l’aumento è stato del 35%, evidenzia una nota dell’Agenzia Ice di Sofia. A seguire è la Croazia, ma anche Francia e Cipro mostrano incrementi significativi (circa il 10%). L’unico paese in cui è stata registrata una riduzione è il Regno Unito, dove il calo ha raggiunto il 30% in sei anni.