Grano duro italiano: impennata dei prezzi (+80%) e produzione in calo (-2%)

Foggia – La produzione di grano italiano nel 2022 faticherà a raggiungere i quattro milioni di tonnellate, registrando così una flessione del 2% sull’anno precedente. È ciò che emerge dall’ultima edizione dei Durum Days, l’evento che ogni anno riunisce i principali attori della filiera per fare il punto sulle previsioni della campagna futura. Tra i

Unionfood: “La guerra non mette a rischio la pasta italiana”

Roma – Il conflitto tra Russia e Ucraina non mette a rischio la produzione di pasta italiana. E non incide direttamente sui prezzi a scaffale. Lo afferma Unione Italiana Food, l’associazione che riunisce 450 aziende dell’agroalimentare, con 20 settori merceologici rappresentati, per un fatturato totale di 40 miliardi di euro. Unionfood ricorda infatti che il

2022-03-04T10:29:13+02:003 Marzo 2022 - 13:59|Categorie: Grocery, in evidenza|Tag: , , |

Unionfood conferma l’impegno delle aziende di dolci e pasta verso uno sviluppo sostenibile

Roma - Un risparmio idrico di 270mila metri cubi in sette anni. 69milioni di chili di emissioni di CO2 risparmiate, pari al consumo di circa 36.300 autovetture; 19.500.000 Kg di rifiuti recuperati in più, quasi quanto la produzione annuale di scarti di un comune di 39mila abitanti. Sono i conti sulla sostenibilità pubblicati nel nuovo

2021-11-26T10:50:31+02:0026 Novembre 2021 - 10:50|Categorie: Dolci&Salati, Grocery, Pasta e riso|Tag: , , |

Nel 2020 aumentano i consumi di sughi, legumi e conserve sottolio

Milano – La pandemia sembra aver favorito le referenze a lunga conservazione. E’ il caso, per esempio, delle conserve vegetali. Il Sole 24 Ore riporta che il comparto vale circa sei miliardi di euro, di cui tre miliardi realizzati sui mercati esteri. In Italia, conserve e sughi a base di pomodoro incidono per il 60%

2021-02-02T10:28:05+02:002 Febbraio 2021 - 10:28|Categorie: Grocery|Tag: , , , , , |

Contratto alimentaristi (2): si allarga il fronte degli scissionisti

Roma - Si incrina il fronte delle aziende, finora piuttosto compatto, che non hanno voluto firmare il contratto siglato da Unionfood, Ancit e Assobirra. Fonti solitamente bene informate segnalano che diverse aziende del comparto delle carni e dei salumi sono in procinto di firmare il contratto con i sindacati. Fra queste: Parmacotto, Beretta, Rigamonti e

2020-10-07T15:47:19+02:007 Ottobre 2020 - 15:39|Categorie: Mercato|Tag: , , , |
Torna in cima