Renzi: “Carlo Calenda è la persona giusta per guidare il ministero dello Sviluppo economico”

Milano - Dopo le dimissioni di Federica Guidi, Carlo Calenda (in foto) guiderà il ministero dello Sviluppo economico. Lo ha annunciato il premier italiano, Matteo Renzi, nella puntata del programma televisivo ‘Che tempo che fa’ andata in onda ieri sera. Una scelta condivisa con il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella. Calenda - attualmente rappresentante permanente

Cabina di regia sulla pasta: a maggio le prime proposte alla filiera

Roma - Si è insediata il 30 marzo la cabina di regia per la filiera della pasta. La prima riunione, che ha coinvolto tutti gli attori del comparto, si è tenuta al ministero dello Sviluppo economico, con la partecipazione dell'ex ministro dello Sviluppo Economico, Federica Guidi, che si è dimessa il giorno seguente a causa

2016-04-01T08:50:02+02:001 Aprile 2016 - 08:42|Categorie: Pasta e riso|Tag: , , |

Copagri scrive al ministro Martina: “Le quote del grana padano agli allevatori”

Milano - In questo clima arroventato per il settore lattiero caseario, con basse quotazioni e produzione record, si affilano le armi in vista dei prossimi appuntamenti, a cominciare dal rinnovo dell’accordo per il prezzo del latte. Le organizzazioni agricole mettono sul piatto il tema delle quote produttive del grana padano, chiedendo che vengano affidate agli

Via libera al piano straordinario di promozione del made in Italy. 55 milioni di euro per il food & beverage

Roma - Il tanto atteso provvedimento a sostegno del made in Italy prende il via. Il ministro per lo Sviluppo economico, Federica Guidi, ha infatti firmato, nella serata di ieri, il decreto di attuazione del piano per la promozione straordinaria e l'attrazione degli investimenti in Italia. Previsti stanziamenti da 260 milioni di euro con il

2015-02-27T09:33:41+02:0027 Febbraio 2015 - 09:33|Categorie: Mercato|Tag: , , , , |

Indicazione stabilimento in etichetta: incontro oggi al Mise

Roma - Si svolge, al ministero dello Sviluppo economico, un incontro sul tema dell'indicazione dello stabilimento di produzione in etichetta, obbligo non più in vigore a seguito dell'applicazione del regolamento europeo 1169/2011. Una scelta che, nel nostro Paese, ha suscitato molte polemiche e prese di posizione, in particolare della grande distribuzione, con diversi gruppi come Unes,

Etichette: il ministro Guidi risponde a Martina

Roma – Il ministro dello Sviluppo economico, Federica Guidi (nella foto), risponde a Maurizio Martina, ministro delle Politiche agricole, che aveva sollevato l’esigenza di intervenire per mantenere l’obbligo di indicare la sede dello stabilimento di produzione o confezionamento sull’etichetta dei prodotti alimentari. Sul sito del Mise, infatti, si leggono i tratti essenziali della proposta di

Etichetta: il ministro Martina chiede di mantenere l’indicazione dello stabilimento produttivo

Roma – Con una lettera inviata al ministro dello Sviluppo economico, Federica Guidi, il ministro delle Politiche agricole, Maurizio Martina (nella foto), ha chiesto di mantenere l’obbligo dell’indicazione della sede dello stabilimento produttivo e di confezionamento, sulle etichette dei prodotti alimentari. Nella missiva, Martina sottolinea come: “questa norma abbia dimostrato negli anni una grande utilità

2015-01-13T10:12:37+02:0013 Gennaio 2015 - 10:12|Categorie: Mercato, Retail|Tag: , , , |

Ue, il Consiglio rinvia la decisione sul ‘made in’. L’ira degli industriali contro il ministro Federica Guidi

Bruxelles - Nella giornata di ieri il Consiglio europeo per la competitività, presieduto dal ministro dello Sviluppo, Federica Guidi (foto), ha affrontato la spinosa questione del marchio 'made in', l'etichetta obbligatoria di origine europea per i prodotti non alimentari, particolarmente caldeggiata dagli industriali italiani. L'incontro si è chiuso però con un nulla di fatto, per

2014-12-05T09:34:46+02:005 Dicembre 2014 - 09:32|Categorie: Mercato|Tag: , , , , |

Aicig/Liberatore “Martina ricettivo sull’offerta differenziata per Dop e Igp in Gd”

Mercoledì 7/5. La proposta di Aicig (Associazione italiana consorzi indicazioni geografiche) di prevedere un’offerta differenziata sugli scaffali della grande distribuzione per differenziare i prodotti Dop e Igp sembra trovare l’appoggio di Maurizio Martina. “Il ministro dell’Agricoltura Maurizio Martina si è mostrato molto ricettivo su questo tema”, ha affermato il presidente di Aicig, Giuseppe Liberatore (nella

2014-05-09T12:41:12+02:009 Maggio 2014 - 12:41|Categorie: Retail|Tag: , , , , , |
Torna in cima